[love talking] Quanto parlano i politici

A. M., uomo, 23 anni, laureando in Scienze Politiche presso l’ Università di Bologna. Ama il nu jazz, la house music, i gialli (leggi “il Modena”) e odiare Berlusconi.

Bene scienziato sociale, beccati questo domandone sociologico: la nostra opinione è che, in Italia, sesso e libertà sessuale siano concetti sbandierati in modo eccessivo, in pubblico e dai media, ma che in realtà all’interno della sfera privata rappresentino ancora un tabù, perlomeno sotto certi aspetti. Cosa ne pensi?

Tabù forse è un po’ eccessivo, certo è che si tende a passare da un estremo all’altro: o viene totalmente sbandierato, o rimane uno di quegli argomenti che se può essere evitato tanto meglio. Ovviamente in questa distinzione si possono trovare motivazioni innocenti (imbarazzo, ritrosie,…) e sbagliate (manie di protagonismo, finto perbenismo, integralismo religioso).
Ti è mai capitato di avere discussioni riguardo al sesso con i tuoi genitori, aperte e prive di pudori?
L’unico argomento trattato è stata la contraccezione, discussione avvenuta senza imbarazzo. Per il resto io sono per la libertà di scoperta, il genitore invasivo (a meno che non gli sia stato espressamente richiesto) credo che sia un elemento destabilizzante. Resto convinto che però per le donne la cosa sia diversa.
Il tuo primo rapporto sessuale è stato con qualcuno di cui eri davvero innamorato?
No. Forse sarebbe stato più bello, non lo so, ma l’esperienza è stata per quanto mi riguarda importante.
Secondo te quali sono i posti e le situazioni in cui più frequentemente un ragazzo/a della tua età consuma rapporti sessuali?
Credo che se la cosa viene vissuta bene il posto e il contesto siano facilmente ricreabili…non sono contrario all’idea di un rapporto consumato nei postumi di una sbronza o cose del genere, l’importante è non abusare della possibilità di convincimento. In pratica, penso che le situazioni siano meno definibili, basta un forte coinvolgimento ed il gioco è fatto. Non essendo proprietario di casa e non disponendo di luoghi sempre “agibili”, penso che i posti più gettonati siano la macchina, la camporella, i garages…
Sì, i garages sono gettonati. Ti è mai capitato di avere incontri occasionali con persone incontrate il giorno stesso?
Il giorno stesso no . Ho avuto un’occasione del genere, ma non l’ho colta (e dirò che un po’ mi dispiace…), anche se poi ho avuto possibilità di rifarmi.
Bravo, ogni lasciata è persa. Hai mai pensato, da piccolo, che sì, un giorno avresti fatto sesso, ma che mai avresti avuto rapporti orali o anali?
Se parliamo dall’adolescenza in poi, assolutamente no.
Questa è una domanda complicata: fingi (nel caso non lo fossi davvero) di essere seriamente impegnato con una ragazza, ma all’università ti ritrovi spesso a studiare con un’altra ragazza verso la quale provi forte attrazione, che sai essere ricambiata. Cosa fai per stemperare la tensione sessuale? Ci riusciresti?
Probabilmente tenderei a giocarmela, nel senso che cercherei di vedere fino a che punto la cosa potrebbe essere portata avanti. Nel caso fossi però impegnato con una persona che mi completa, penso che sarei in grado di fermare la cosa prima che possa nascere (anche se la ragazza “potenziale terza incomoda” potrebbe starci un po’ male, dal momento che avrei in parte giocato con lei). Al momento non ho mai incontrato una persona che mi abbia portato ad escludere il resto del mondo femminile.
In America quelli che fanno così li chiamano players, perché giocano con le ragazze e non s’impegnano. Ma tu hai la faccia da bravo ragazzo. Ci diresti qual è la media dei tuoi rapporti in una settimana, o è una domanda troppo personale?
Al momento? Zero. Nei periodi di rapporti tendenzialmente stabili e con incontri regolari (non periodi di vacanze, feste comandate,…) 1-2 a settimana.
Già, le feste comandate e le vacanze sono la banca del sesso, non vanno contate. L’ intervista è finita. Ti senti in imbarazzo?
No, che domanda del cazzo.
Già.

Tags from the story
,
More from donato gagliardi

A un anno dal bazooka

Come sta l’Europa? A distanza di un circa un anno, si può...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *