05.2009 – La Madonna piange sperma?

È una società pregna, il costante sviluppo, l’incessante desiderio di progresso.

L’inammissibile quiete del domani ci traspone ad involontaria fazione di libertinaggio. Troppi e costanti si moltiplicano i simboli, gli spiriti.

Il naturale scremarsi del genocidio viene condannato, neppur più le guerre sono purificazione, ma solo stupro e rapina. È un mondo lordo di sperma.

La filiazione delle etnie è la gara per la selezione, una roulette di furberie dogmatiche. Ovunque si fotte, giacché il sublime della natura è perso nell’arte. Tale sublime impone un ostentato onanismo ed un coito loquace.

Tempi in cui maree di sperma irrompono i canali per ogni verso e riempiono ogni spazio di naturale erosione.

Non più vincoli d’amore o di ripudio al male censurano questa incessante foga.

Gli alti capi s’intendono pel perdurare di questa bolgia. Per paura dello spreco forse si accaniscono contro gli istinti, che non vogliono abbandonarci né mediare nei discorsi nonostante tutta la storia dell’eterno progredire.

di Giovanni Càbianca


Written By
More from càbianca

03.2010 – -comunicato Bahai-

Seconda lettera ai terrestri. Dio è solo e unico, fonte di luce,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *