11.2009 – Caos energetico

di Giorgio Po

Per quanto tempo ancora saremo schiavi del petrolio? Quanto tempo occorrerà prima che una nuova rivoluzione energetica ci porti fuori da questo medio evo industriale, che tanto ha dato all’umanità, ma che ormai risulta insostenibile?

La risposta al primo quesito appare oggi abbastanza chiara, ed è : presto. Perchè il picco di produzione del petrolio (cioè l’estrazione della metà delle riserve in natura) sembra oggi molto vicino. Dopo poco tempo dal superamento di questo limite, il costo di questa fonte energetica salirà rapidamente, fino a risultare talmente alto che la sua estrazione sarà insostenibile. Con esso saliranno i prezzi di tutte le produzioni che ad esso sono legate, in primis quella dei generi alimentari.

La risposta alla seconda domanda è invece assai più enigmatica. L’epoca dei combustibili fossili è giunta alla sua fase discendente e ancora poco è stato fatto per potersi svincolare da questo potere obsoleto che lentamente ha iniziato a pretendere i suoi dazi dal genere umano (inquinamento, guerre, disparità sociali). Si stima che nel mondo vengono consumati una cosa come un miliardo di barili di greggio ogni dodici giorni ma sembra che i governi non abbiano ben chiaro come sostituiremo questa enorme mole di energia.

Il futuro è sicuramente delle energie rinnovabili, e anche se chi perde tempo a screditarle obbietta sul fatto che non sono in grado di sostituire completamente i combustibili fossili, agli occhi dei più realisti appaiono come l’unica scelta sensata. Peccato che nel nostro soleggiato paese ci sia ancora qualcuno che pensa al nucleare come una possibile soluzione. Le centrali chiuse dopo il referendum del 1987 sono ancora in fase di smantellamento, eppure noi iniziamo a progettarne altre che non saranno pronte prima del 2030.

Invece di finanziare l’installazione di pannelli solari su ogni edificio (cosa che inciderebbe direttamente sul risparmio delle famiglie), si preferisce spendere infinite quantità di denaro in progetti a lunghissimo termine, che oltretutto lasceranno una pesante eredità, quella delle scorie nucleari, alle generazioni future.

Written By
More from giorgio po

11.2009 – Caos energetico

di Giorgio Po Per quanto tempo ancora saremo schiavi del petrolio? Quanto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *