03.2010 – -comunicato Bahai-

Seconda lettera ai terrestri.

Dio è solo e unico, fonte di luce, fautore di vita e diletto per se stesso. Unico sole, illuminazione e banda totale di frequenza. Irradia la sublimità della sua essenza su prismiche membra che producono forme eidetiche di colori riflettenti in immagini illuminate ed illuminanti. Non indarno poderose ombre si creano quando il prisma è offuscato, pure se esso fosse simmetrico e perfetto potrebbe non far trasparire la luce integramente.

Dio è anche niente e nessuno se questo è il fine. Per prestare fede al tutto bisogna intendere il niente e viceversa. Lo spettro del nichilismo si aggira per l’Europa, ma il credere di non credere a niente è tautologico al credere a tutto e fa gioco al sentimento popolare d’attenzione critica verso le manifestazioni di fede.

Non ci sarà mai abbastanza spazio per abbracciare Dio che è illimitato, ma aiuta ad espandere l’anima. Anche scientificamente quando l’anima si riduce all’essenza del corpo e dalle sue affezioni si può intendere magnifica e sublime nel mistero dei suoi segreti eleganti verso la lucidità delle intenzioni utili.

5 copia

Written By
More from càbianca

03.2010 – -comunicato Bahai-

Seconda lettera ai terrestri. Dio è solo e unico, fonte di luce,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *