04.2010 – Americano

 

di Pierpaolo Salino

Non ci si deve lasciar ingannare dal nome: in realtà l’Americano è un cocktail italianissimo. Un terzo di bitter Campari, un terzo di vermouth torinese, il restante colmato a soda.
Questo è solo uno dei tanti esempi che si possono fare per capire quanto gli Stati Uniti in realtà abbiano molti più punti in comune con il BelPaese di quello che si potrebbe pensare. Dall’aperitivo alla religione.
L’America è un paese religioso tanto quanto l’Italia. Solo, in maniera diversa. In America esiste infatti una particolare forma di religiosità espressa nel concetto di religione civile.
IL CONCETTO DI RELIGIONE CIVILE PUÒ SEMBRARE AGLI OCCHI DI UN ITALIANO UN’IDEA DIFFICILE DA DEFINIRE. LA RAGIONE È MOLTO SEMPLICE: IN ITALIA ESSA SEMPLICEMENTE NON ESISTE.
La religione civile in una società fa riferimento a un’idea più ampia di una singola dottrina religiosa. Così come viene concepita negli Stati Uniti, la religione civile è quel legame che trova i suoi limiti fisici nel territorio nazionale, ma che non conosce limiti sul piano ideologico e teologico. La religione civile è una forma inglobante di tutte le fedi religiose.
Quando si parla della religione civile di una nazione si fa riferimento alla capacità di legare responsabilmente l’individuo alla società. In senso stretto la religione può essere definita come la tensione irresistibile che l’individuo avverte verso una realtà più grande di lui. Comunemente questa tensione religiosa viene orientata verso il Dio di una particolare dottrina. Tuttavia questa realtà che trascende il singolo può anche essere identificata come la società di appartenenza. La nazione, lo Stato, la sua comunità. IN ITALIA MANCA ESATTAMENTE QUESTO: LA CONVINZIONE CHE CI SIA QUALCOSA DI PIÙ IMPORTANTE DEL NOSTRO PARTICOLARE, la consapevolezza che è alla nostra società, al nostro Paese, a cui l’Io del singolo deve cedere il passo. La società come sistema esiste ed è tanto più forte quando il singolo si comporta onestamente verso di essa perché sente che la società a cui appartiene è più importante dei suoi interessi particolari. Quanto più una società condivide un principio unificatore tra gli individui, tanto più è forte. Questo senso civico, questa etica sociale si trova nell’idea di religione civile.
La religione civile è per gli americani la convinzione che gli Stati Uniti siano la “Democrazia di Dio”, la nazione benedetta dall’Onnipotente, custode e garante della libertà di tutti i popoli. Ogni cittadino americano ha la consapevolezza di questo sacro onere e onore che il suo Paese deve rispettare. Ed è proprio questa convinzione, questo senso profondo dell’ “essere americano”, un fattore importante per tenere unita una società così composita, eterogenea e in continuo mutamento quale è la società statunitense. É questa coscienza quello che fa di un americano un buon cittadino americano.
Il sacro contratto tra il popolo statunitense e Dio è rinnovato ogni quattro anni con il discorso inaugurale del presidente. La cerimonia inaugurale è un rito collettivo di dedizione a Dio da parte della nazione americana, attraverso il giuramento del suo capo di Stato. Si tratta di una vera e propria teologia presidenziale di cui i discorsi inaugurali dei presidenti costituiscono le sacre Scritture della religione civile americana.
É PROPRIO DA QUESTI DISCORSI CHE BENE SI PUÒ COMPRENDERE QUELLA RELIGIONE CIVILE CHE AIUTA SEMPRE L’AMERICA NELLE SITUAZIONI DIFFICILI. QUELLA RELIGIONE CHE IN ITALIA ANCORA NON RIUSCIAMO A IMMAGINARE.

More from pierpaolo salino

AL VIA IL GOVERNO TECNICO DI MONTI

E' di questo momento l'annuncio dei ministri che formeranno il nuovo governo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *