05.2010 – MA MAMMA M’AMA

Femmina, uterina concordia e appagamento, ragione di vita e progresso di crescita. Mistero e fabula lunare, come intende il Søren danese, il qual racconta della madre, che nega al figlio di guardare dentro al pozzo, perché infestato da un mostro terrificante, questo, più incuriosito che intimorito da ciò, decide col tempo di affacciarsi e scopre se stesso riflesso sullo specchio dell’acqua.

Così come di madri la mia, mi fece dono di una stella, una via, quand’ero cinno e non intendevo differenza tra Sole e Luna, e credevo la notte un manto

scuro che s’adagiava lento, pieno di buchi sopra il cielo. Madre unica certezza, origine, dalla cui gestazione, in gittata scaturì di sobbalzo, il mio moto nel mondo.

di Manuele Palazzi.

More from manuele palazzi

11.2010 – L’insceminazione artificiale

In TV tette, culi (sesso), parolacce, risse, frasi ad effetto, droga, gossip...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *