06.2010 – REVERSIONE

Almeno un altro coro,

senza cretini di disturbo

o angeli millantatori d’opera.

Niente più scambi d’opinione:

un’ermeneutica globale.

Tacciano chi vuol seguire il silenzio.

Dibattano chi si sollazza per la politica.

Ad ogni nuovo conto dell’oste qualcuno dovrà pagare.

Preghi Iddio chi ha dei cari da mantenere.

Preghi senza peccato chi vuol fomentare

quell’etereo nostro spirito

quel progresso che è quanto nel dove spaziale

che è carne marcia o splendente d’aura astrale,

mai più mitica, elementare.di Manuele Palazzi

More from manuele palazzi

01.2011 – Internet, una protesi intellettuale:

Memoria e operazioni, software ed hardware, noleggio e fruizione di una materia...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *