SPERIAMO CHE QUESTA FIGURACCIA AI MONDIALI POSSA SERVIRE A SMUOVERE UN PO’ LE COSE IN QUESTO NOSTRO MALANDATO PAESE.

Sarebbe importante ora defluire tutte le energie di protesta e di fine rassegnazione per cambiare le cose al meglio, imprimere una volontà preponderante e pragmatica sulle sorti non solo di una nazione ma altresì su noi stessi medesimi, abitanti nella comune italiana. La cosa pubblica, anche se privatizzata all’inverosimile, impercettibili cambiamenti, senza quel buon giudizio legislativo che si può dare colla dignità, stanno raggiungendo proporzioni insostenibili ed incomprensibili alle dinamiche del progresso. Davanti alle ragioni di un’etica ed una tecnica secolare, i presupposti al decoro si sprecano, devastati dalla noncuranza dell’egoismo scaltro ed impunibile.

A parlare tra la gente: per i giovani tutto sembra possibile e l’unica vera soluzione sembra giusto una rivoluzione dei valori, gli adulti non si aspettano cambiamenti o forse sperano nella stabilità, solo i vecchi, che han vissuto i conflitti, hanno timore in una rivolta ai soprusi in maniera violenta e dissacrante.

La fiducia nella giustizia rimane un alibi in mano alla soppressione per chi è deciso all’azione.

Si potrebbe stare secoli a blaterare sulla legalità delle istituzioni e sul villaggio globale in rotta colla terra e la tecnica, le uniche soluzioni drastiche sono troppo dure ed incomprensibili alla medietà agente. Rimane da pensare dunque alla peggio soluzione che possa indurre alla ribellione pneumatica, che parta e che si concluda in tutti gli strati di una società indivisa.

Tutto ciò che tento di fare, gente, è liberare il mondo da tutti questi ego malati che inquinano il nostro inconscio collettivo e che ci fanno pagare un prezzo psichico molto più alto di quanto possiamo immaginare” (Bill Hicks)

Proclamata con risolutezza l’ignoranza diventa accettabile quanto la verità.

Written By
More from càbianca

Al via “Upupa festival” della musica indipendente

“Upupa produzioni” pronto al primo festival di musica indipendente sabato 5 maggio...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *