[Zeitgeist] Appello del direttore

Spettatori di MUMBLE: è il direttore che vi parla ed esige la vostra attenzione.

Da poche settimane, sta di nuovo facendosi largo nella popolazione un fenomeno che mina la sopravvivenza di Zeitgeist: sto parlando del balconing praticato da giovani turisti nelle località di Ibiza e Maiorca, che si lanciano ubriachi e impasticcati dai balconi degli hotel in cui alloggiano, scambiando bacinelle per piscine. E schiattano.

Bene, l’appello che a breve verrà comunicato in tutta l’Inghilterra, il paese più colpito da questo fenomeno, è rivolto a tutti questi ragazzi e suona all’incirca così.

PIANTATELA e SUBITO!!

Creare notizie grottesche spetta a ME, sulle pagine di MUMBLE: non a VOI, nella realtà. Perché non ripristinate le buone vecchie abitudini da ebbra e impasticcata vita mondana, eh? Storditevi nelle vostre luccicanti piste da ballo e strusciatevi contro delle improvvisamente attraenti ciccione, da bravi su, forza..

Al momento ci troviamo al Reading Old Cemetery, dove è sepolto uno di questi balconers. Stiamo preparando festoni, tartine e spumante per un Mega Party in suo onore. Se questi coglioni non la smetteranno, ci vedremo costretti ad avviare una rappresaglia a base di: “Abbiamo perso un coglione: Party A Oltranza!!!”, presso tutti i cimiteri che li ospitano.

Non intendiamo urtare nessuno -vivo- , ma abbiamo famiglie da mantenere e questi deficienti morti ci ruberanno il lavoro di questo passo.

Ora, se non vi dispiace, dovrei dettare l’appello all’ufficio stampa della BBC, a risentirci dunque. E non provate a rubarci il lavoro, coglioni.

“…yes, as I told you before, the event is called: WE LOST A MORON: LET’S PARTY HARD!!. Tonight at the Reading Old Cemetary, starting from 9.00 pm, so everyone come on down feel free to bring wine, tacos, and common sense…”

I fatti riportati sono frutto di continui stati di allucinazione dell’autore, per i quali egli si assume piena responsabilità.
Qualora persone VIVE si sentissero urtate, beh possono sempre accendere il TV-Color e sintonizzarsi su un qualunque telegiornale, il quale riporterà certamente fatti edulcorati dalla più ritrita e rinfrancante retorica, che incensa e  riscatta ogni volta decerebrati di stampo mitologico, il cui unico e più grande merito sembrerebbe occhio e croce l’essere MORTI -e pure da coglioni-. Tutti i prossimi decorati lesionati, o neofiti ancora illesi, praticanti l’arte del
balconing, sono invitati a presentarsi all’ultimo piano di un qualunque palazzo alto più di 40 metri. Noi provvederemo a installare istantaneamente un graziosissimo laghetto koi 120 x 50 ai piedi dell’edificio, a dispensare Vodka-Redbull e anfetamine in quantità gargantuesche, e ad avvolgere chi intende morire da coglione in una bandiera dell’Unicef.
“Era un coglione, davvero. Ma amava tanto i bambini poveri e indifesi.” Questo l’epitaffio che faremo incidere sulla sua lapide.

Il cattivo gusto, statene certi, non abita qui.

Il direttore desidera infine rendere omaggio all’eterno genio di Bill Hicks: e non è cosa ardua da fare, come qualcuno  farebbe pensare.

More from giacomo prestige

Zeitgeist. Postcards from downunder

Gentaglia di MUMBLE: vi inoltriamo ora una cartolina dall'Australia, un'ennesima buona occasione...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *