10.2010 – It might get loud

di donato gagliardi

Per alcuni la chitarra è stata la via maestra da percorrere, per diventare grandi. Eppure rimanere bambini. La chitarra è una spada e chi non ci crede è un pirata.

Ascolti Clapton, impari la forza, il dolore. Ascolti Page, contempli il cosmo, ti fai un’idea di cosa sia arte. Ascolti Ben Harper e capisci come far gemere una donna. Poi passi ai suoni saturi, che riempiono l’amplificatore e le stanze, le cuffie, lo stomaco di rabbia. Dimebag Darrell e Tom Morello, su tutti. Eppure lo sai che è una rabbia buona.

Back to the roots, ti passano un disco di B.B. King; non hai mai sentito NULLA di loro, ma il tuo istinto sa che devi recuperare tutto di Hendrix, Zappa. Il mondo cambia. Impari ad apprezzare i riff ipnotici di The Edge. Non puoi non amare Jack White.

In questo documentario tre mostri delle sei corde prendono il tè insieme e parlano di passione, di pedali, di slide, di blues, di rock’n’roll. Di vita.

Ad un certo punto Jack White si chiede Who says you need to buy a guitar?

Beh, io.

Regalate una chitarra ai vostri figli. Con una chitarra in mano, un ragazzino si educa da solo. In modo impeccabile. O arrivando a condurre vite dissolute, in tour per il mondo. Ma senza mai il cuore arido.

More from donato gagliardi

Ecco i finalisti dell’Ozu Film Festival. Sono ventidue, con tre italiani.

Tre “corti” italiani, tre olandesi, tre svedesi, due tedeschi, due svizzeri, poi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *