ODIO L’ESTATE

di

Pierpaolo Salino

A me l’inverno non piace. In generale preferisco l’estate. In estate fa caldo, si va ai concerti, si esce al bar, si beve birra, si parla. In inverno no. La gente si rinchiude in casa o nei locali. La gente in inverno si sente sola. E’ sola. In estate la gente è portata a condividere.

Intendiamoci. Non ce l’ho con i quanti adorano l’inverno così tanto da scordarsi degli amici, da scordarsi dei problemi, da scordarsi dei soldi che non ci sono. Non ce l’ho con chi non può più fare a meno dell’inverno.

Che una nevicata, di tanto in tanto, ci può stare. E’ piacevole. Quello che hai sempre visto, il quotidiano, si trasforma, assume una luce tutta particolare. Ma come tutte le cose, anche la neve, dopo un po’, scoccia. Crea problemi. Disagi. Ci si può sentire inadeguati: fuori nevica, come ci si veste? Che cosa si prende da bere? Di che cosa si parla? Meno male che nevica. Si può sempre parlare della neve.

In estate il tempo è quasi sempre sereno. E’ bello guardare il cielo assieme a qualcuno. Ti ci perdi dentro. In inverno il cielo non lo vedi nemmeno. Sembra più basso. Sembra quello di camera tua. Anzi, sembra quello del cesso del tuo bar. Tieni chiusa la porta per favore.

In estate le ragazze vanno in bagno a due a due. In inverno i ragazzi escono dal bagno in coppia.

In estate i ragazzi parlano. In inverno i ragazzi non si sentono.

In estate le ragazze vanno per la strada con una maglietta e basta perchè c’è il sole. In inverno le ragazze vanno in discoteca con una maglietta e basta perchè nei loro drink non c’è alcool e basta.

In estate le ragazze sono più belle. In inverno no.

La scorsa estate si vedevano i fighetti, i radical chic o come diavolo si scrive, i punk, i dark, gli sfattoni, i discotecari, i gabber, gli sfigati e i ricconi.

Quest’inverno i fighetti, i radicaleccetera, i punk, i dark, gli sfattoni, i discotecari, i gabber, gli sfigati e i ricconi non ci sono più. Ci sono solo sciatori che attendono la prossima nevicata.

In estate qualcuno chiede se c’hai una paglia che poi mica se la fuma. In inverno ti chiedono direttamente se vai a comprare un pacchetto di CamelLight. Che poi ti do una paglia se me lo vai a prendere.

In estate costa tutto meno: se mi offri qualcosa tu, il prossimo giro pago io. In inverno nulla costa poco: la neve costa 100€ al grammo.

Odio l’estate perchè l’estate non c’è più.

Perchè oggi nevica anche in estate.

More from pierpaolo salino

Un papa che è la fine del mondo

Habent papam! Jorge Mario Bergoglio è stato nominato ieri 266esimo vescovo di Roma...
Read More

1 Comment

  • “Quest’inverno i fighetti, i radicaleccetera, i punk, i dark, gli sfattoni, i discotecari, i gabber, gli sfigati e i ricconi non ci sono più.”
    Magari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *