Nel nostro mare le Meraviglie dell’Immondo

[testo di Ilaria Silvestri, foto di Emiliano Rinaldi – La bella e la bestia]

Ma non sette, sette non bastano. Che paese di smemorati, ci siamo dimenticati che l’Italia ha “solo” 7456 km di coste. Si potrebbe forse valorizzare la geografia dello stivale con riserve marine, anfratti non antropizzati o investendo su un turismo responsabile? Ma non diciamo fesserie. Le acque italiane e internazionali hanno uno scopo inalienabile. Discarica abusiva. Per darvi un’idea di cosa si vuole mettere in testa al pueblo, cito le parole di Salvatore Torneo. Tal buon uomo è il responsabile della piattaforma petrolifera Vega di Edison, la più grande in Italia. Ai microfoni di Report dichiara: “Il petrolio essendo un prodotto naturale col passare degli anni viene assorbito dalla natura stessa quindi per una decomposizione batterica ritorna alla sua naturalezza, nella sua naturalità”. Ora, io non sono Newton, ma mi pare che la parola petrolio stia a natura circa come la Prestigiacomo sta all’Ambiente. Chiedetelo ai fondali liguri se il greggio della Haven son riusciti a mangiarselo. E chiedetelo ai pescatori se quel poco che è stato tolto, l’hanno tolto loro o una bonifica. Dio, o chi per lui, protegga Lannes e gli altri freelance che non si fermano nemmeno dopo tre attentati subiti. Lui che scandaglia il Gargano. Che l’area sia stata usata come discarica sottomarina negli anni ‘90 lo si può dire solo sottovoce, prima di subire la Legge del Taglione. Una piccola conferma. Inverno ’98, il motopesca “Orca Marina” si trova a 12 miglia dalla costa di Vieste e sta eseguendo una battuta di pesca a strascico. Si ribalta misteriosamente e si inabissa in pochi secondi. Misteriosamente, ma non troppo, visto che i sonar dei pescherecci rilevano nella zona una nuvola di 1000-1500 punti compatibili con fusti, container e relitti vari. Un campanello d’allarme.

 Dal Comune di Vieste emerge per il decennio ‘94-‘03 un’alta incidenza dei decessi per cancro (più del 35% per l’anno 2003). Significa che leucemie mieloidi e tumori alla tiroide hanno qui incidenza doppia rispetto alla media nazionale.

P.S. L’area è priva di insediamenti industriali. Dati alla mano lo Stato non ha fatto nulla. Devono aver pensato che il Fato è proprio stronzo.

Tags from the story
, ,
More from pepito sbarzeguti

God Games & Determinismo

di Roberto Batisti L’avrà di sicuro già detto, e meglio, uno di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *