tutta spazzatura

tutto ciò che mi circonda
anzi che ci circonda caro amico
è spazzatura
c’è la spazzatura nelle strade
l’inquinamento acustico visivo e olfattivo
c’è la spazzatura morale
cioè dei comportamenti brutali e gretti
c’è la spazzatura di un mondo che fu
la spazzatura che cade dalle mense dei ricchi
la spazzatura delle carriere troncate e diventate malavita
ci sono i giri del malaffare e i computer e lo spippolare
i laser i fari i proiettili e le bombe
le nausee le contrazioni e le esercitazioni
le simulazioni e le pretese di vocazione
il distruggere il demolire e il dare noia
il continuo osservare senza vedere nulla
il continuo fare rumore senza dire nulla
il continuo chiavare che nega qualunque sentimento
la matta bestialità priva di senso o dignità
e tutto è urlo boria rabbia scherno dare addosso
e stare addosso con le armi alla cinta
e il fiato addosso e la libidine del mondo da mangiare
fino a scoppiare e la fame di fama
l’invenzione di raffinate crudeltà
ci sono le divise gli ammiccamenti e i sottintesi
i giri di parole e le parole chiave e le chiavi false
i falsi protocolli e le lame puntate ai colli
dei polli di questo pollaio ingrommato di sterco
gli alter ego gli alias i nicknames e gli avatar
le password i pin e i codici utente o cliente
le “i” delle scritture in cui devi lottare perfino
per non mettere la maiuscola
per non programmare che cosa farai ogni prossimo mercoledì
per non inserire il programma di temperatura
costante mentre fuori c’è chi muore di freddo
e dentro al caldo c’è chi muore di freddo incorporato
ma manca la libertà perfino di esistere
in pace anche solo per un attimo
anche solo per un metro
anche solo per tingere di rosa
un apostrofo
messo tra due parole
che nessuno dice più

di Massimiliano Chiamenti

More from giacomo vincenzi

02.2010 – Appunti di viaggio

APPUNTI DI VIAGGIO…. CUBA E LA SUA STORIA RACCONTATA DALLA SIG.RA GRACIELA...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *