I meriti della Bocconi

A Napoli alcuni giudici stanno indagando su un importante giro di banconote contraffatte e spaccio di droga: al centro delle indagini i clan Mallardo e Casalesi, ai quali fanno riferimento due procacciatori e faccendieri campani, legati a Fabrizio Corona e Lele Mora. Una delle donne portate da questo e quello per qualche particina in televisione è Sara Tommasi. Ora, non è che solo perché una persona ha conseguito la laurea alla Bocconi può dispensarsi dal cercare di essere all’altezza del titolo che va spendendo come una protesi sorridente.

Chiedere che un’istituzione seria – o ritenuta tale – come la suddetta università riesca a formare persone migliori, quantomeno oneste, forse è chiedere troppo. Sembra che il fatto che riesca a cavare fuori un “business” dal proprio corpo giustifichi e avvalori la propria laurea in finanza. Sempre più senza parole, lascio ai lettori l’ardua lettura di alcuni messaggini della donna-manager del momento.

Il 6 gennaio scorso la Tommasi scrive al fratello del premier un sms: “Se io mi devo kurare, tu piantala con la cocaina, cani e mignotte!! E festini sexy non me ne sbatte un cazzo
stronzo!!”

Il 6 gennaio Sara scrive al ministro della difesa Ignazio La Russa: “Amore auguri!! Domani torno. Pranziamo insieme?”

Il 24 dicembre 2010 la Tommasi scrive a Fabrizio Del Noce, direttore di Rai Fiction: “Amore ho ankora y parfum on my skin”. [sic! ma ce l’avete presente la faccia di Del Noce??]

Il 18 dicembre Bartolo riceve un sms da Sara che si riferisce a Marina Berlusconi. “Ne te ne lele ne fabzio ne le markette k volevi farmifare nel giro squallido di Marina Berlusconi ke volevate farmi frequentare o dei festini privati”.

Qui c’è l’apoteosi:

“Spero k krepi kon le tue Troie”

Tags from the story
, , ,
More from giacomo vincenzi

I meriti della Bocconi

A Napoli alcuni giudici stanno indagando su un importante giro di banconote...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *