03.2011 – Zeitgeist: vox lectorum

Zeitgeist: Vox lectorum
Buonasera lettori di MUMBLE: a quanto pare il nostro invito a recapitarci lettere, anziché dedicarsi all’ozio sfrenato(attività di cui custodiamo gelosamente il primato ex-aequo con Dude Lebowski e Lillo, un simpatico bradipo asiatico affetto da letargite cronica) ha sortito un positivo effetto.
Positivo a sostanze del tutto illecite, di cui il nostro lettore indignato fa certamente uso, potete fidarvi di chi scrive. Avete presente l’occhio clinico? Noi ne abbiamo non uno, non due, bensì TRE in dote per questi casi. Il terzo ci si è spalancato sulla fronte osservando alcune video-interviste di Matteo’Gessetto’Cambi, o chessò ascoltando la voce da ’epiglottide contratta’ e fagocita stronzate di Lele Mora, o scrutando la mascella da Rottweiler e l’occhio vitreo di Simona Ventura.
Ma bando ai preamboli, sorbitevi questa lettera appena recapitataci, noi torniamo a non fare un cazzo per il più lungo lasso di tempo possibile.
A voi.

“Caro Zeitgeist, sono un lettore di corta data della tua rubrica ospitata da MUMBLE: giornale che trovo interessante esaustivo, autorevole e gradevolmente posato il più delle volte. Quello che invece mi infastidisce è leggere le cose che vai scrivendo, o le lettere che vai ospitando di mocciosi bamboccetti impertinenti e presuntuosi.
Ma ancora più grave e irritante ho trovato la totale mancanza di rispetto con cui TU, Zeitgeist, hai apostrofato eminenti personalità del nostro ultimo venticinquennio socio-politico-cultural-ecclesiastico, quali i compianti Don Gianni Baget Bozzo, e Bettino Craxi. E ancora più fastidiosa è la totale mancanza di rispetto per una figura quale Giuliano Ferrara, che ha attraversato e testimoniato con autorevolezza tutte le determinanti fasi della nostra storia recente.
Da qui esprimo il mio disappunto per le cose che leggo nei tuoi spazi, e in più non apprezzo neanche la tua scrittura. Sei nullo sotto ogni aspetto: Forma e Contenuto.
Risentiti saluti.”

Lettera firmata, (ma la calligrafia di questo pusillanime squartascroti, è tipica di chi impugna la penna un paio di volte a lustro. Quindi fortunatamente potrà mantenere l‘anonimato.)

Prima di ritornare alla nostra NON-occupazione, gradiremmo puntualizzare due semplici cose, con la superficialità che ci contraddistingue.
Se un popolo senza cultura si auto-predispone all’oppressione, un popolo che compiange il tandem Baget-Craxi ha esagerato con gli alcolici, gli allucinogeni, le sostanze metamorfoanfetooppiacee in genere. Oppure  soffre di  coprofagia intellettiva. Magari un giorno si scoprirà che questa nuova malattia è dovuta al solito gene scassa palle.
Di certo Noi non rispondiamo dell’impertinenza che due bambini prematuramente dotti e pestiferi, riversano deliberatamente nei nostri spazi aperti al pubblico.
Ad ogni modo, sì, forse dobbiamo delle scuse almeno al sopravvissuto della comitiva, Giuliano Ferrara: ci dispiace aver urtato la sensibilità dei suoi pacati seguaci, dei sostenitori delle sue sempre sobrie e opportune, mai strumentali iniziative. Ci scusiamo per le offese da Noi rivolte alla sua persona,e indirettamente ai suoi estimatori…

No un momento, che cazzo stiamo dicendo:
CI STAVANO TUTTE ECCOME, Cristo santo!!!
E chiunque abbia dato sostegno a quella mongolfiera smitraglia-puttanate sarà dannato per l’eternità,e brucierà tra le fiamme dell”inferno in cui va credendo.E ribadiamo infine che Mario Borghezio è un divora-stronzi, e i suoi seguaci sono divoratori di stronzate. Senza voler giudicare.
E ci permettiamo, per scusarci delle nostre seppur momentanee ritrattazioni, di aggiungere una nota di colore:
Fanculo al Papa.
Per procedere legalmente, processarci, querelarci per quello che avete sinora letto nei nostri spazi, cari rigidi bacchettoni, dovrete prima trovarci.
E una volta che ci avrete trovato, destinerete il vostro infervorarvi ad altro, statene certi.
Vi basterà un bagno in acque di sorgente, la vista di una cascata immersa nella foresta pluviale, e lascerete da parte stronzate del genere.
Il Papa, per fare solo un esempio.

Gloria gloria, ancora una volta, a Bill Hicks, coniatore, per la cronaca, del termine scat-muncher, riferendosi a Rush Limbaugh. Chi è Rush Limbaugh? Uno sgranocchia stronzi, che domande.

Peace.
Anyway.
Giacomo Prestige

Tags from the story
, ,
More from giacomo prestige

[Zeitgeist] Appello del direttore

Spettatori di MUMBLE: è il direttore che vi parla ed esige la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *