The Death of Anna Karina – recensione

Andrea Murgia

The Death of Anna Karina

Lacrima/Pantera

Unhip Records

Cd, vinile; 2011

Un fiume in piena, muscoli, ma soprattutto l’idioma italiano. Queste le tre cose che mi vengono in mente quando ascolto l’ultima fatica dei The Death of Anna Karina, quel Lacrima/Pantera rilasciato dagli instancabili ragazzi della Unhip Records, che giorno dopo giorno diventa sempre più L’etichetta indie italiana per eccellenza. I D.O.A.K. riescono a fare quello che non riusciva a una band italiana dai tempi dei Negazione: fondere il cantato italiano con lafuria dell’hardcore. Sembra quasi di ascoltare, e nessuno me ne voglia, i Neurosis di “A sun that never sets”, da quanto sono compressi; eppure presentano qualcosa in più che li fa emergere fino ad eccellere nei confronti di altre formazioni. Un brano come “Sparate sempre prima di strisciare” – che è stato scelto anche come singolo – non può e NON DEVE passare inosservato. Un disco quindi maturo, che li eleva nell’Olimpo del genere, gomito a gomito con i Dillinger Escape Plan dai quali non hanno veramente più nulla da invidiare. Un disco immenso che ti permette di andare in guerra con il mondo intero, a cuor leggero.

More from giacomo vincenzi

Europei

Immagine di Giulio Piscitelli, da www.contrasto.it Volevo criticare l'ermeneutica dell'immagine fiorita sulla...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *