Ecco i finalisti dell’Ozu Film Festival. Sono ventidue, con tre italiani.

Tre “corti” italiani, tre olandesi, tre svedesi, due tedeschi, due svizzeri, poi Spagna, Iran, Canada, Regno Unito, Repubblica Ceca, Turchia, Giappone, Belgio, Usa.
Il Cinema arriva a Sassuolo da tutto il mondo.
L’organizzazione della diciannovesima edizione dell’Ozu Film Festival, kermesse internazionale di cortometraggi, è orgogliosa di presentare i 22 film (tra i circa 1000 iscritti) che competeranno per i premi della sezione principale Ozu 19 e di annunciare il film di chiusura del Festival.
I titoli, le trame e le foto dei corti in questione sono accessibili sul sito www.ozufilmfestival.com.

«Anche quest’anno siamo molto soddisfatti della selezione per i film in competizione. Ancora una volta siamo riusciti a riunire – in poco più di quattro ore di proiezione – tematiche, estetiche e generi assai diversi tra loro ma che si completano perfettamente a vicenda» queste le parole del Direttore Artistico della manifestazione Enrico Vannucci. «Crediamo davvero che il pubblico non rimarrà deluso dalla qualità delle opere che proponiamo. Inoltre è un onore per noi poter ospitare qui i registi dei film in competizione. In un periodo in cui la Cultura è da più parti ridimensionata, nonostante le difficoltà, crediamo fermamente nell’indispensabile necessità di muovere le idee e, con loro, le persone. Non vediamo l’ora di iniziare».

I “corti” del Concorso Principale dell’Ozu verranno proiettati nelle serate di Venerdì 14 e Sabato 15 Ottobre al Teatro Carani di Sassuolo (MO). Premiazioni e Gran Finale, Domenica 16.
Ricordiamo che tutti i corti stranieri saranno sottotitolati in italiano.

A breve lo staff del Festival annuncerà anche i film in concorso nelle altri sezioni, tra cui quella legata al Primo Premio Regione Emilia-Romagna, novità 2011 per la quale sono stati selezionati anche registi modenesi.

Ricordiamo che sulla pagina Facebook ufficiale del Festival www.facebook.com/ozufestival, il pubblico potrà commentare i film e lasciare le proprie recensioni.

Yasujiro Ozu Festival Internazionale del Cortometraggio è organizzato da Circolo Culturale “Fahrenheit 451” e Associazione Culturale “Il Sassolino” con la collaborazione di Comune di Sassuolo, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il patrocinio della Regione e delle Province dell’Emilia-Romagna, del Dipartimento di Musica e Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Main sponsor è Moma Ceramiche.

More from donato gagliardi

10.2010 – Diavolo di un contadino.

di donato gagliardi C’è un angolo del Frignano, in cui tre comuni...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *