Lettera aperta al Resto del Carlino_Spettacoli e feste bondage al Castello

Cara Viviana Bruschi,

purtroppo di cattiva informazione oggi l’Italia è figlia. Se a livello nazionale questa frase non stupisce – a parte forse Confalonieri – è a livello locale che questa DISinformazione non dovrebbe esistere. Invece.

Io all’albo dei giornalisti non sono iscritto, come tanta gente che scrive e ci racconta quello che succede nel nostro territorio. Però so una cosa: una notizia, per essere pubblicata, per essere insomma una notizia, DEVE avere necessariamente il carattere della rilevanza o dell’urgenza: in poche parole, DEVE essere necessario, per qualche motivo, che la notizia sia pubblicata esattamente quel giorno.

Un secondo criterio, per quanto riguarda gli articoli giornalistici, è la veridicità: premesso che nessun articolo potrà mai essere obiettivo – un’obiettività che viene inficiata dall’atto stesso dello scrivere di un autore – quantomeno dovrebbe contenere informazioni corrette, verificate, puntuali.

Viviana.

Andiamo.

L’articolo “Spettacoli e feste bondage al Castello” non contiene nulla di tutto questo. Non si capisce il motivo per cui viene scritto se non per un fantomatico anniversario di quella che viene definita una festa a luci rosse. Una festa che non dà adito ad alcun tipo di polemica: anche l’intervista al signor Borgatti non innesca alcun contenzioso, ma esprime solo un diverso punto di vista sull’utilizzo di uno spazio pubblico. Il sindaco, a seguito di questo ennesimo pretesto per sollevare polveroni, non concederà più il Castello delle Rocche per feste a tema.

Anche per questo spero che il direttore responsabile del Resto del Carlino agisca per evitare che in futuro articoli come questo vengano diffusi a mezzo stampa. Perchè così non si fa informazione.

Pierpaolo Salino

redattore di MUMBLE:

L’articolo originale è qui.

More from pierpaolo salino

02.2010 – Il partigiano Orazio

intervista di Pierpaolo Salino e Giacomo Vincenzi Orazio ha 92 anni e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *