AL VIA IL GOVERNO TECNICO DI MONTI

E’ di questo momento l’annuncio dei ministri che formeranno il nuovo governo Monti. Ieri sera il neo – designato economista si diceva soddisfatto dell’incontro con i partiti ma soprattutto – lo stesso Monti lo ha sottolineato esplicitamente – con le parti sociali, segno che forse qualcosa sta cambiando nel modo di fare politica per lo Stato e non sullo Stato.

Un segnale un po’ inquietante viene dalla sua dichiarazione di elogio al presidente del Senato, che a dover di cronaca ricordiamo essere ancora Schifani, lo stesso del “Lodo Schifani”, il provvedimento che sospendeva i processi per le cinque più alte cariche dello Stato e dichiarato, naturalmente, incostituzionale dalla Corte il 13 gennaio 2004.

Ecco la squadra di governo dopo oltre due ore di colloquio tra Monti e il Presidente della Repubblica Napolitano:

Mario Monti presidente del consiglio e ministro dell’economia ad interim

I ministri senza portafoglio:

professor Milanesi

professor Niudi Piero

professor Fabrizio Barca

professor Piero Giarda

profesor Andrea Riccardi

I ministri con portafoglio:

Ministro degli esteri Giulio Terzi

Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri

Ministro della Giustizia Paola Severino

Ministro della Difesa Ammiraglio De Paola

Ministro dello Sviluppo Economico Passera

Ministro dell’Agricoltura: professor Catania

Ministro dell’Ambiente: professor Clini

MInistro del Lavoro e Politiche Sociali: Elsa Fornero

Ministro della Salute: Renato Balduzzi

Ministro dell’Istruzione: Francesco Profumo

Ministro dei Beni Culturali: Professor Ornaghi

I ministri presteranno giuramento oggi alle 17.00 davanti al Capo dello Stato.

Ora per il governo si attende la fiducia dei due rami del parlamento per entrare nell’effettivo dei suoi poteri. Non ci resta che augurarci che tale fiducia sia ben riposta.

 

More from pierpaolo salino

Lettera aperta al Resto del Carlino_Spettacoli e feste bondage al Castello

Cara Viviana Bruschi, purtroppo di cattiva informazione oggi l'Italia è figlia. Se...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *