Il giorno da pecora del nuovo ministro dell’ambiente

di

Pierpaolo Salino

A ruota libera il nuovo titolare del Ministero dell’Ambiente intervistato a radio2. Non si risparmia azzardi Corrado Clini, che alle domande quantomeno spinose dei conduttori di “Un giorno da pecora” non esita a sbilanciarsi su alcune tematiche scottanti.

La prima sorpresa riguarda il nucleare. Forse, il caro Clini non era in Italia lo scorso giugno: per lui “il ritorno al nucleare è una opzione sulla quale bisognerebbe riflettere molto, anche se quello che è avvenuto in Giappone ha scoraggiato. Comunque, di base, la tecnologia nucleare rimane ancora una delle tecnologie chiave a livello globale”. “Quindi si o no?” “Sì, a certe condizioni”.

No Clini. Proprio no. Non ci sono condizioni. Abbiamo già ribadito a 24 anni di distanza (1987 – 2011) che il nucleare per l’Italia NON E’ L’ALTERNATIVA.

Ma il nostro Clini non si ferma qui. Il paladino dell’Ambiente del Governo Monti non si risparmia sul tanto caro – alla Camorra – Ponte sullo Stretto di Messina. Ecco di nuovo l’opera di ingegneria ultramoderna che deve unire il Sud d’Italia, fiore all’occhiello della propaganda berlusconiana. Clini lo definisce “un’opera di ingegneria bellissima”. Questa avveniristica valutazione ovviamente è miope della situazione che attanaglia da sempre l’arteria principale che farebbe da raccordo tra il nuovo ponte e la rete viaria nazionale che è la Salerno – Reggio Calabria. Di più: forse sarebbe il caso di iniziare a pensare alla rete di collegamento nazionale più su rotaia che su gomma, favorendo uno sviluppo certo – perchè i treni sono mezzi di trasporto eccellenti se ben gestiti – e sostenibile – come tutti sanno.

A proposito di treni. Clini ha un’idea chiarissima. Alla domanda “Il tav si deve fare o no?” “Sì, assolutamente”. In una dichiarazione secca e lapidaria Clini chiude a ogni intenzione o possibilità di discussione su un progetto senz’altro necessario – questa è una mia opinione – ma rivedibile nei modi adeguati, sia a livello di strutturazione sia a livello di appalti.

Una giornata molto calda per il nuovo Presidente del Consiglio si è trasformato in un boomerang ecologico: Clini sarà Ministro del Cemento Radioattivo?


 

 

More from pierpaolo salino

Il giorno da pecora del nuovo ministro dell’ambiente

di Pierpaolo Salino A ruota libera il nuovo titolare del Ministero dell'Ambiente...
Read More

1 Comment

  • D’altronde ha già smentito, riconoscendo l’esito del referendum di giugno. Che dire, a volte temo che il berlusconismo sia una metodologia di governo. Per tacere poi dell’impatto che la privatizzazione delle municipalizzate avrà sulla gestione dei servizi idrici…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *