My Best Fiend

In Ghostlike Fading

Warp Records

Alla Warp Records piace sicuramente rimescolare le carte e dopo i passati acquisti a sorpresa come Maximo Park e Jamie Lidell stupisce nuovamente il pubblico di fede elettronica con una release che, con l’elettronica, ha ben poco a che fare. Per chi fosse vissuto in una dimensione parallela per circa vent’anni, la Warp Records è l’etichetta per eccellenza per la musica elettronica, da questi lidi sono passati gente come Autechre, Boards Of Canada, Jimi Tenor e negli ultimi anni personaggi come Battles e Grizzly Bear.  Quindi quando fa acquisti in altre bancarelle extra-elettroniche c’è sempre qualcosa che ti incuriosisce perché, raramente, l’etichetta di Sheffield ha cannato qualche colpo e anche questa volta con i My Best Fiend centra il bersaglio. Band con base a Brooklyn i cinque ragazzi arrivano al long playing dopo un 7” e con In Ghostlike Fading vanno a esplorare territori già battuti in precedenza da ensemble come Spiritualized e Flaming Lips, giusto gli ultimi arrivati… In Ghostlike Fading scorre fluido offrendo un approccio alla psichedelia di nuova scuola molto leggero, appetibile comunque anche a chi non vuole sorbirsi esperimenti come Dreamweapon degli Spaceman 3: per carità lo adoro ma diciamo non proprio accessibile a tutti. Arrangiamenti azzeccati, produzione che te lo dico a fare e brani ben scritti rendono In Ghostlike Fading un esordio validissimo che lascia ben sperare per il futuro. Se poi con il prossimo disco topperanno, ci rimarrà sempre questo da ascoltare.

Voto 7

Disponibile qui, lo streaming di Cracking Eggs. Buon Ascolto.

 

More from andrea murgia

[Auguri Pablo!] Anyone Can Play Guitar

Non una canzone ma un'ossessione. Questo è per me Anyone Can Play...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *