Da Faenza 1400 € per la ricostruzione

Siete mai stati a Faenza? No? Bene, andateci.
Noi ci siamo stati martedì 26 giugno, ospiti del MEI e del Comune di Faenza, che quella sera hanno organizzato un lungo e bellissimo spettacolo musicale – non un semplice “concerto” – per raccogliere fondi da destinare ai comuni emiliani colpiti dal terremoto. Gli organizzatori, in testa il presidente del Meeting delle Etichette Indipendenti Giordano Sangiorgi e la Giunta comunale faentina col Sindaco Giovanni Malpezzi e il Vice e Assessore alla Cultura Massimo Isola, in collaborazione con altre associazioni di volontariato tra cui ricordiamo la sezione locale dell’Auser, hanno regalato a tutti noi un esempio di solidarietà, cultura e divertimento. Il tutto nella splendida cornice della centralissima Piazza del Popolo, un palcoscenico davvero speciale per bellezza architettonica e accoglienza, luogo in cui i faentini non hanno esitato a ritrovarsi intorno alla causa della ricostruzione dei nostri comuni.
Il presidente Sangiorgi ha consegnato alla raccolta fondi di Mumble: 1377 € raccolti grazie alle offerte spontanee dei tanti cittadini che sono accorsi quella sera di giugno ad ascoltare buona musica e a sostenere la nostra causa. In questa come in altre occasioni Mumble: è riuscito a porsi come “collante” tra il mondo associazionistico e culturale e le amministrazioni comunali interessate dagli eventi sismici: infatti la consegna e il futuro controllo della destinazione dei fondi sono stati avallati dal Sindaco di Finale Emilia Nando Ferioli e dall’Assessore Angelo d’Aiello, ai quali va riconosciuto l’impegno al dovere di trasparenza nell’utilizzo delle risorse raccolte. Da parte nostra non possiamo che ribadire nei confronti dei lettori e dei donatori il massimo sforzo per documentare, raccontare e criticare le scelte in materia di ricostruzione, soprattutto riguardo ai progetti finanziati da voi.

Segnaliamo anche un’altra iniziativa che ha coinvolto il MEI tramite la società Audiocoop che, in collaborazione con Arci comitato provinciale di Modena, ha chiamato a raccolta alcuni grandi della musica alternativa e cantautorale italiana nei giorni di domenica 15 e lunedì 16 luglio, a Bosco Albergati (MO). Il festival, chiamato “Ancora in piedi”, ha raccolto ulteriori fondi destinati ai circoli e altri progetti dei comuni di Crevalcore, Pieve di Cento, Finale Emilia e Camposanto, dove l’amministrazione comunale impiegherà i fondi per rimettere in sesto il circolo arci Fermata 23 (si veda anche l’articolo di Faenzanotizie).
 

More from giacomo vincenzi

Domani le elezioni universitarie a Modena e Reggio

Mercoledì 12 (8.30 - 19) e giovedì 13 (8.30 - 14) si...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *