Il TANGO “illegale” raccoglie fondi per l’Emilia terremotata

 

 

Il 7 luglio la danza torna in prima linea per la raccolta fondi a favore dei comuni emiliani colpiti dal sisma. Sulle rive del Lago di Garda si balla Tango in un rave illegale che inizia alle 22.00 e finisce con la colazione delle 06.00 del mattino. Risultato: 1.200 euro raccolti dalle offerte dei generosi partecipanti.

Quando sento la prima volta A.P., l’organizzatrice dell’evento, al telefono penso a uno scherzo: un rave (che nel nostro immaginario evoca ben altro che l’Arte) illegale di Tango per contribuire alla raccolta fondi che MUMBLE: sta organizzando. Invece è tutto vero, così come tante altre iniziative che sono state fatte per sostenere i comuni colpiti dal terremoto NON proponendo progetti ma SOVVENZIONANDO le urgenze che le amministrazioni comunali devono affrontare.

Il tam tam si diffonde su internet e su facebook a macchia d’olio: notizie rigorosamente riservate perchè “possono venire tutti, ma la SIAE non è la benvenuta”. La sera del 7 luglio, tra Sirmione e Desenzano, a ballare a ritmo di tango diffuso da un’ipod e due casse auto alimentate – per la serie, con la tecnologia adesso facciamo di tutto – ci sono circa duecento persone che portano vino, torte salate, la loro voglia di ballare e tanta generosità.

“A nulla – mi dice sempre A.P. parlando della serata – è valso il tentativo della Polizia Locale verso mezzanotte – ben lieta comunque di vedere così tanto entusiasmo – di far tornare a casa i partecipanti della serata sgombrando l’area del rave.” Gli organizzatori avevano già pensato a un piano B: avevano distribuito a tutti dei bigliettini con un indirizzo in caso di “maltempo e inconvenienti tecnici”. Così il rave si sposta in un’altra location, le casse si riaccendono e la Milonga – ammesso che sia una canzone – può ripartire. C’è una cassetta con le offerte, c’è da bere, c’è una buona atmosfera che viene interrotta ancora una volta verso le 2.00: le autorità invitano gentilmente i tangueri ad andarsene a letto.

Ma avevamo anche il piano C – mi spiega sempre A.P. al telefono ridacchiando – e così ci siamo trasferiti per l’ultimo round dell’Illegal Tango sulle rive del Lago di Garda.” La musica si è accesa ancora una volta e finalmente queste straordinarie persone hanno potuto ballare a ritmo di Tango fino alle 06.00 quando hanno fatto colazione tutti assieme con brioches e bomboloni caldi. A fine “mattinata” si contano 1.200 euro di offerte per la raccolta fondi di MUMBLE:

Quando ho sentito tutto questo racconto sono rimasto senza fiato, pensando all’energia e alla generosità che ha accompagnato quella che deve essere stata una serata incredibile.

Ieri sera il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli intervenuto per un’iniziativa a favore delle scuole del comune ha detto giustamente che il governo centrale non sta facendo abbastanza. Ebbene, voi invece state facendo qualcosa che non avremmo mai potuto immaginare.

Grazie.

 

More from pierpaolo salino

Caos calmo

Se Berlusconi apre al governo tecnico PdL – PD, il segretario Bersani...
Read More

1 Comment

  • A prescidere dalla cifra raccolta, che problema c’era a rendere il rave party LEGALE??? MAH………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *