Flea

Helen Burns

Warner Bros

Composto in uno dei rari momenti di pausa della sua frenetica vita di chili pepper, Helen Burns è il primo album solista di Flea. Disponibile sul sito ufficiale ad offerta libera – i proventi saranno devoluti al Silverlake Conservatory of Music di cui è co-founder* – con una formala pari pari a quella utilizzata dai Radiohead per In Rainbows, Helen Burns è un gustoso Ep di sei brani in cui il talentuoso bassista di origine australiana si diverte a sguazzare con eclettismo tra i generi musicali che l’hanno formato. Si parte dalla fusion di 333 e ai suoi forti richiami al Jack DeJohnette di New Direction per arrivare a Lovelovelove e agli echi di Stevie “meraviglia” Wonder con quella armonica che non può che rimembrare la famosissima Isn’t She Lovely. Fusion e Funk: due F fondamentali e ricorrenti nella vita di Flea.

Un disco prettamente strumentale che lascia spazio nella canzone che da il titolo all’album a Patti Smith che emerge con potenza ed eleganza accompagnata dai soli contrabbasso e pianoforte in una struggente ballata. Flea si dimostra ancora una volta insaziabile ed indomito e dopo aver saltellato di collaborazione in collaborazione  – Mars Volta e John Frusciante le più recenti – decide di fermarsi e farsi conoscere sotto una luce diversa, lontana dalle sfrenate danze e dai calzini sui genitali dei Red Hot. Sorpresa.

* A proposito di raccolta fondi, non avevo ancora avuto modo di scriverlo e ne approfitto ora: su iTunes è disponibile per il download a soli 8,99 euro una meravigliosa compilation dal titolo Heart Quake che vede in tracklist il meglio dell’indie modenese e italiano tutto, dai Drink To Me a Boxeur The Coeur passando per i Gazebo Penguins. I provenenti, naturalmente, verranno devoluti per la ricostruzione delle zone colpite dal tremendo terremoto del 20 maggio. Un occasione per essere protagonisti insomma ma anche per accattarvi un disco coi fiocchi.

Un plauso ai ragazzi di Mumble: e alla redazione di Sentireascoltare che in questi mesi si sono sbattuti affinchè tutto ciò fosse possibile. Daje con lo scarichino! 

Tags from the story
,
More from andrea murgia

Takoma – The Good Boy Sessions

Autoprodotto Dopo l’omonimo Ep rilasciato su musicassetta dalla cagliaritana On2Sides, tornano i...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *