Cody ChesnuTT – Landing On A Hundred

One Little Indian Records

Era da un po’ di tempo che non si avevano notizie di Cody ChesnuTT. L’ultima apparizione ufficiale – se non si considera l’ep Black Skin No Value, datato 2010 – risaliva infatti al featuring con i The Roots in The Seed (2.0) che diede al cantante di Atlanta successo e visibilità mondiale. Correva l’anno di grazia 2002 e tutti si aspettavano che di lì a breve si sarebbe messo al lavoro per dare un seguito a The Headphone Masterpiece, vero e proprio capolavoro con la sua commistione di Rap, R’N’B, Funk e Soul. Sono dovuti passare ben dieci anni invece per mettere le mani su Landing On A Hundred e mi verrebbe quasi da dire che mai tanta attesa fu ben ripagata, data la qualità del disco in questione.

Il cantante con l’elmetto sforna una prestazione da sophomore da leccarsi i baffi, riuscendo a eguagliare le vette qualitative del suo predecessore, portando con classe quegli abiti già indossati in passato da grandi  come Marvin Gaye, Isaac Hayes e Eddie Floyd, sempre con rispetto quasi per non sgualcirli o rovinarli.

Landing On A Hundred non avrà la stessa portata di The Headphone Masterpiece è vero, ma è quello che ci si aspettava da ChesnuTT, musicista estremamente maturo e pronto per fare da capoguida alle nuove generazioni.

Con l’esplosione di Frank Ocean (anche se pare che nelle ultime ore abbia dichiarato di volersi ritirare) e i comeback di D’Angelo e Jamie lidell, il 2013 si prospetta come un anno luminosissimo per l R’N’B.

 

More from andrea murgia

Honeybird & the Birdies + Blue Willa: Un po’ di Italia al Primavera Sound

Maggio è sempre più vicino e come la scorsa edizione anche quest’anno...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *