Dulcamara – Uomo con cane

Sounday / Venus

Da B-boy a chansonnier la strada è lunga e perigliosa, ma Mattia Zani, in arte Dulcamara, l’ha percorsa a cuor leggero, con la consapevolezza di aver tanto da imparare ma anche tanto da offrire.

Uomo Con Cane, terza prova dopo Il Buio e Lasciami ad Est, è un viaggio a base di Country-Folk (l’adorabile Trinidad), i western di Leone (la citazione di Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto nell’incipit di Nonsodove) e cantautorato italiano dei settanta. Una passeggiata Tra la via Emilia e il West, raccontata con quella meravigliosa voce roca e sbilenca, sempre a rischio caduta ma capace con un colpo di reni di rimanere sempre in battuta.

Le ottime Il pazzo giù all’angolo, la già citata Trinidad e Dimenticare ricordare emozionano e regalano brillanti melodie agrodolci; acquerelli novembrini catturati dai finestrini di un interregionale.

Menzione particolare merita Uomo con cane, tra i migliori del disco con i suoi richiami allo sperimentale Battisti di Anima Latina. Meravigliosa.

Coadiuvati dagli ottimi Valtancoli, Manzoni e Festa, Dulcamara supera quindi con autorità la difficile prova del terzo disco, candidandosi a disco italiano dell’anno.

Consigliatissimo.

Tags from the story
, , ,
More from andrea murgia

Console Living Room: il Retrogaming via Browser

Se siete degli appassionati di Retrogaming, questa è di sicuro una notizia...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *