I figli dei carini

I figli dei carini - piduisti, corruttori e fancazzisti - a 27 anni lavorano presso l'ufficio stampa della miglior azienda modenese, nonché casa automobilistica più famosa al mondo.

I figli dei carini – piduisti, corruttori e fancazzisti – a 27 anni lavorano presso l’ufficio stampa della miglior azienda modenese, nonché casa automobilistica più famosa al mondo.

Sì, insomma, è solo un caso che l’azienda presieduta da Luca Cordero di Montezemolo assuma proprio il figlio del suo compare Luigi Bisignani.

Uno il cui padre ha appena patteggiato 19 mesi per “Un’attività di dossieraggio clandestino con l’obiettivo di gestire e manipolare informazioni segrete o coperte da segreto istruttorio” (La Stampa, citando i pm Curcio e Woodcock) non può che essere responsabile della comunicazione sportiva della Ferrari. Non si ha che da imparare da uno che è stato radiato dall’albo dei giornalisti per una condanna a 2 anni e 6 mesi nell’inchiesta sui fondi Enimont.

Ma ora smettiamola con il livore e l’invidia, noi siamo i primi a voler scagionare i figli dalle colpe dei padri.

Immagino che tu stia ancora sperando in quel concorso pubblico presso il comune di Bronte. Oppure che l’azienda ti rinnovi per altri tre mesi, come promesso un mese fa. Oppure che ti arrivino quegli arretrati che aspetti prima che festeggino il compleanno. Oppure che ti arrivi la cassa integrazione che hai richiesto causa terremoto. Oppure che arrivi il licenziamento che ti spetta dopo che il tuo capannone, il tuo lavoro, non esiste più.

Che sollievo sapere che i paladini della meritocrazia e dell’equità sociale sono i nostri grandi manager e il corollario di dirigenti, politici e imprenditori al top loro amici: Monti, Montezemolo, il milanista e compagnia contante.

Noi siamo choosy, sfigati e noiosi personaggi in cerca d’un posto. Se è fisso è meglio perché così magari non ci sfruttano per poche lire e riusciamo anche ad andare a vivere da soli prima dei trent’anni; altrimenti ci adattiamo, eh. Forse anche meglio dei loro figli. Mi sono quasi convinto che nessun altro abbia mai fatto domanda per quel posto alla Ferrari.

Leggi l’articolo de Il Fatto Quotidiano

More from giacomo vincenzi

Huffingtonpost.it, ce n’era davvero bisogno?

Giubilo nel mondo dell'informazione. Un giornale online diretto da un'attempata giornalista e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *