Trees Of Mint – S/t

Uno dei pochi musicisti che si può fregiare del titolo di Artista con la A maiuscola.

Trovarobato, 2012

Trees Of Mint è uno dei pochi musicisti che si può fregiare del titolo di Artista con la A maiuscola.

Talento a 360°, Francesco Serra – questo il nome sui documenti ufficiali – arriva al suo secondo lavoro in studio, che poi studio non è, dopo aver raccolto consensi in lungo e in largo con il suo primo Micro Meadow… datato 2007.

Un disco diverso questo omonimo Trees Of Mint, che gioca sulla scarnificazione degli elementi strumentali – niente batteria e niente voce – per arrivare a concentrarsi sullo strumento principe di questa composizione: la chitarra.

Quattro tracce per quarantotto minuti d’immagini musicali fortissime, che sanno di vecchie pellicole – Francesco dal 2010 collabora con Home Movies, l’Archivio Nazionale del Film di Famiglia – e di pietre antichissime come quelle della nativa Sardegna, custodi di ricordi e di tradizioni millenarie. Proprio le pietre nuragiche dell’isola spazzata dal Maestrale ospitano i licheni che appaiono nella copertina del disco, fotografati dallo stesso Serra durante una visita in un sito vicino al suo paese d’origine.

Registrato nelle Marche da Mattia Coletti (Sedia, Polvere) in uno stanzone irregolare e dagli alti soffitti – elementi che inseriscono il fattore imprevedibilità in sede di registrazione – Trees Of Mint è un album brillante e ispirato, capace di raccontare storie sempre diverse a ogni ascolto.

Colonne sonore immaginifiche che sanno di ingialliti ricordi in Super8, custodi di memorie e emozioni che si mischiano in un tourbillon di colori e fortissime sinestesie. Bravissimo.

In vinile e digitale.

More from andrea murgia

São Paulo Underground – Tres Cabeças Loucuras

Cuneiform, 2011   Uscito al calar del duemilaundici, Tres Cabeças Loucuras  è il terzo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *