Simona Gretchen – Post-Krieg

Blinde Proteus/Disco Dada Records, 2013

Simona Gretchen è una tostissima ragazza dalle idee chiare.

Tanto chiare da annunciare senza troppi fronzoli e giri di parole che questo Post-Krieg segna la fine del progetto stesso. Sbam!

Artefice di un fulminante esordio uscito quasi 4 anni or sono dal titolo Gretchen pensa troppo forte, la cantautrice faentina – fondatrice inoltre della label DIY Blinde Side Proteus che ha recentemente ristampato The Jellyfish is Dead and the Hurricane is Coming degli Herba Mate – sviluppa un concept che ruota attorno all’idea di conflitto, krieg, appunto, ispirandosi agli scritti di Antonino Artaud (L’Eliogabalo) e del padre della sincronicità Carl Jung. Un tema quello del krieg, sottolineato dalla scelta di utilizzare per tutto il disco la tonalità di Do minore, la monotonalità appunto, che conferisce al disco una sorta di veste rituale. Interessante.

Accompagnata dal mostruoso Paolo Mongardi – Zeus e Fuzz Orchestra – Nicola Manzan e Paolo Ranieri – Junkfood – la Gretchen negli scarsissimi trenta minuti di Post-Krieg si muove agilmente nei territori kraut e post-punk scegliendosi come numi tutelari i teutonici e fondamentali Faust. Otto brani di ottima fattura, tra cui spiccano sicuramente la meravigliosa mini-suite in tre parti Everted e Enoch, in cui lo zampino del “Violento di Bologna” negli arrangiamenti degli archi si sente eccome. Con Post-Krieg si entra in un loop che ti spinge a ri-schiacciare Play. Di continuo, all’infinito. Lavori come quello della Gretchen fra qualche anno verranno presi come paradigma, come modello da seguire. Spettacolare.

Non sappiamo quale tipo di krieg interiore affligga Simona Gretchen, ma dopo un disco come questo, possiamo almeno chiederle di ripensarci e di non accantonare, almeno per ora, il suo progetto. Certo è che fermarsi al top è proprio da veri fuoriclasse.

Uno dei dischi più freschi di questo 2013.

More from andrea murgia

Vuoto Apparente – Storyteller

Seahorse Recordings, 2013 Esordio per il cantautore Vuoto Apparente. Siciliano e con...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *