ZEUS! – Opera

Tannen/Offset/Santeria/Three One G (U.S.A.) 2013

È incredibile l’energia e il delirio che gli ZEUS! riescono a sprigionare negli scarsissimi trenta minuti di Opera.

Partendo dall’idea che è quasi umanamente impossibile suonare undici brani in così poco tempo e con questi ritmi, si può fare tutto ‘sto casino solamente in due? La risposta, se ti chiami Paolo Mongardi (già nei Fuzz Orchestra e Ronin) e Luca Cavina (Calibro35 e Craxi) è sicuramente sì.

Secondo disco dopo l’omonimo esordio rilasciato nel 2010, Opera è un lavoro ferale, positivamente traumatizzante, che definire devastante risulterebbe del tutto riduttivo e fuorviante. Undici galoppate folli in territori Math-Rock, Trash (!), Prog e Jazz, citando ironicamente a piene mani nei titoli maestri e amici, dai The Beatles e King Diamond (che accoppiata!) citati in Lucy in the Sky with King Diamond ai Metallica (Sick and Destroy) passando per Zu (Giorgio Gaslini is our Tom Araya fa il verso a Tom Araya is our Elvis dei capitolini) e l’immenso Johann Sebastian Bach (Bach To The Future). Sciccherie per feticisti anche in copertina, con il carattere del titolo preso in prestito dagli Area e da Arbeit Macht Frei.

Prodotto dal bravissimo Tommaso Colliva e rilasciato negli States dalla leggendaria Three.One.G di Justin Person – i The Locust vi dicono niente? – Opera è un compendio di brutalità, precisione e tecnicismo, ma allo stesso tempo estremamente accessibile e che fa impallidire nomi ben più blasonati della scena sperimentale.

Difficili da etichettare, si muovono sicuramente nelle macro generi del Math-Rock e del Free, ma la loro natura sfuggente permette loro di svincolarsi agilmente dal lazo delle semplici categorie.

Dal vivo feroci come pochi altri in Europa, i teriomorfici ZEUS! sanno essere implacabili e spietati come il padre degli dei a cui hanno rubato il nome. Imprevedibili? Versatili? Totalmente isterici e schizoidi? Sì, e tanto altro ancora. Certo è che non ricordo ultimamente di aver sentito una roba di questa qualità.

Disco stra-consigliatissimo.

More from andrea murgia

Simona Gretchen – Post-Krieg

Blinde Proteus/Disco Dada Records, 2013 Simona Gretchen è una tostissima ragazza dalle...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *