La Repubblica dei copioni

 

 

I campioni del giornalismo online hanno un metodo infallibile per propinarci pagine su pagine virtuali zeppe di pubblicità che agiscono a nostra insaputa, giovandosi del rumore di fondo prodotto ed esaltato dall’internet.

Ci bastano 7 piccoli passi per mostrarvi come www.repubblica.it ricicla immagini e parole dalla grande pattumiera del web.

 

 

 

#1 collegatevi, come da rito quotidiano, al sito www.repubblica.it e scuriosate tra le proposte commerciali della famigerata “colonna di destra”, regno di finte notizie più o meno maliziose, trovandovi questa:

 

#2 “L’urbanistica nel gelo strada tra pareti di neve”. Uhm, carino, diamogli un’occhiata.

 

#3 lasciatevi rapire dallo spettacolo (ma il verbo repubblicano preferisce “show”) della natura incontaminata, immortalata in 9 lunghissime immagini. Mozzafiato. Dove sarà mai questa meraviglia? Let’s google it!

 

#4 dalla prima pagina dei risultati di ricerca compaiono già alcune immagini molto simili a quelle del nostro purosangue dell’informazione virtuale. Sorge in me un legittimo sospetto che, sebbene non regolato da alcuna legge ad personam, mi spinge a un ulteriore clic. Sai che sforzo euristico.

 #5 e così siamo attirati da un articolo proveniente dalla “rivista delle stramberie” che si occupa della stessa opera di ingegneria civile nipponica. Sono proprio curioso di vedere altre immagini spettacolari di questa strada!

 

#6 oddstuffmagazine.com, mi stai proprio diludendo. Non ci sono altre foto se non quelle che ho già surfato su repubblica.it! E anche l’articolo non mi fornisce tante indicazioni in più, anzi … a ben vedere …

 

 

 

#7 a ben vedere nella redazione rosso chic non si sono nemmeno sforzati di descrivere con parole loro questo spettacolo o “show” della natura, ma hanno tradotto tre righe da un articolo pubblicato più di un anno fa da un blog sconosciuto, pur di vendere qualche spazio pubblicitario in più.

E noi cretini a fare un giornale a gratis. Chapeau.

More from giacomo vincenzi

L’immagine di Gesù

È sorprendente la forza immaginativa con la quale il cristianesimo ci ha...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *