Stepping Stones: lingua e cucina attraverso l’Europa (sulla sella di tre bici)

Hanno voluto chiamarlo Stepping Stones ed è il loro progetto di viaggio attraverso l’Europa. Loro sono Simone Bais, Damiano Spigoni, Mirko Roglia. Monfalconese il primo, emiliani i secondi, sono tutti nati nel 1987, si sono incontrati a Londra nel 2012. Partiranno il 20 giugno da Londra in direzione Istanbul in sella alle proprie bici. Diciassette i Paesi che attraverseranno nel singolare percorso che vedrà l’attraversamento, fra le altre, delle città di Amsterdam, Berlino, Praga, Budapest, Dubrovnik fino alla raggiante metropoli turca.

Obiettivi dichiarati dell’esperienza: avere un ruolo attivo nel lento ma inarrestabile cambiamento che sta prendendo piede in un’Europa sempre più connessa, suscitando curiosità e interesse verso altre culture e imparando con l’esperienza del viaggio il significato profondo di Europa.

La scelta della bicicletta come mezzo di trasporto, a parte essere un’opzione che tiene conto della sostenibilità, è inoltre un’altra fonte di curiosità per sottolineare un messaggio di lento ma irrevocabile cammino di scambio fra i popoli europei (da rilevare che proprio uno dei Paesi che Simone e compagni traverseranno, la Croazia, dal 1° luglio 2013 sarà il 28esimo Stato membro dell’Unione Europea).

L’obiettivo cardine è pertanto conoscere questa Europa la cui unione è un progetto affascinante e per nulla concluso, comprendere quali sono i tasselli di un percorso di integrazione che è la meta vera del destino europeo, portare la propria visione e personalità come contributo a questa integrazione.

Alla romantica vaghezza delle finalità, fanno da contraltare gli strumenti, questi assai concreti. La cucina innanzitutto, data l’esperienza professionale nel campo della ristorazione di Damiano e Mirko; provare quindi a riscoprire nella pratica della cucina e nel piacere della gastronomia uno dei tratti fondanti dell’identità italiana e offrirla come contributo all’osmosi europea, prestando occhi, orecchi e palati alle altre tradizioni.

E poi la lingua o meglio gli idiomi europei, campo di indagine appassionante soprattutto per Simone, laureato in Lingue e professore, che a mumbleduepunti dice:

“Noi, The Stepping Stones, partiremo a giugno 2013, sulle nostre biciclette per attraversare 17 Paesi europei, sia appartenenti sia esterni all’Unione Europea. Considerando il sentimento europeista alla base del progetto, si è scelto di includere nazioni fuori dall’UE perché crediamo che l’integrazione culturale di tutte le diverse anime del continente porterà alla fine ad un’unione politica ed economica solida e affidabile. Lungo l’itinerario visiteremo strutture come campi estivi e scuole dove potremo organizzare laboratori misti di cucina e lingua, a seconda delle esigenze delle organizzazioni ospiti (italiano, inglese e spagnolo sono le lingue offerte). Un altro aspetto del progetto è la creazione di una rete: attraverso il blog e i social network (Facebook e Twitter in primis), le persone coinvolte a livello locale potranno interagire con The Stepping Stones via internet. Il risultato sarà quindi un network di persone e organizzazioni in differenti Paesi (e diversi luoghi all’interno dello stesso Paese) interessati in scambi culturali ed istruzione a livello europeo, e tutte le possibilità implicite.”

 

Per sapere di più sull’esperienza che partirà a giugno e seguire i ragazzi nel loro tragitto, ecco la comoda pagina Facebook del progetto.

More from pepito sbarzeguti

[storie piccole] The last day on Earth #3

Tra le storie piccole raccolte dalla grande M, quella di Arianna R....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *