È tutta questione di cravatte

Ed eccoci al day after: le primarie sono finite, l’affluenza alle urne è stata superiore ad ogni previsione e l’ufficialità dei risultati porta con sé sorrisi, rimpianti e tante riflessioni.

Cuperlo, per esempio, dice che se avesse indossato le giuste cravatte probabilmente avrebbe vinto. Affermazione furba, perché la cravatta è metafora versatile e allegoria dell’eleganza e della personalità maschile.

Gianni Cuperlo è l’unico dei tre a non essere definito “rottamatore” e, forte della sua capacità comunicativa, cerca di portare avanti la politica della sinistra socialdemocratica. Sarebbe quindi una classica cravatta a tinta unita, legata con un accademico Windsor completo.

Il vincitore Matteo Renzi, invece, primo cittadino di Firenze e primo dei “rottamatori” sembra portare qualcosa di nuovo. È l’esponente italiano di quella “terza via” che nasceva poco più di dieci anni fa con Tony Blair e Bill Clinton. Né destra né sinistra, quindi né elegante né formale, Renzi sembrerebbe una normalissima cravatta legata con nodo a quattro passaggi four in hand. Potrebbe però venir confuso con un nodo Pratt-Shelby (reso famoso dal conduttore Shelby quando Pratt lo usava ormai da anni); perché i discorsi populisti e le apparizioni egocentriche ricordano qualcosa di già visto. Dovremmo perciò chiamarlo “Berlusconi-Grillo-Renzi”?

Abbiamo infine Giuseppe Civati, professore di filosofia, secondo e ultimo dei “rottamatori”, si allontana da Renzi in occasione del voto di fiducia al Governo Letta, in quanto avrebbe promosso un dialogo tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle, evitando l’alleanza con il Popolo della Libertà. Pippo, integro e ribelle, sarebbe sicuramente una cravatta legata al contrario con nodo St. Andrew.

Gli elettori si sono espressi e non è un caso che il nodo four in hand sia il più usato al mondo.

Lo ha detto Cuperlo, ma in fondo noi lo sapevamo già: è tutta questione di cravatte.

 

Written By
More from mattia marchi

[Lavoro] Professione: liutai

Ragazzi giovani, volenterosi e soprattutto coraggiosi, quelli della Liuteria 3g di Modena....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *