La manutenzione del Secchia costa come lo stipendio di 12 dirigenti

alluvione-modena

Una cifra risibile, 54.000 euro: è questa la differenza tra i soldi spesi dall’Aipo per la manutenzione del fiume Secchia, che domenica 19 gennaio ha rotto gli argini allagando vaste aree del modenese, e gli stipendi dei suoi 12 manager.

L’ Aipo, meglio conosciuta come ex magistrato del Po, è l’ente responsabile della progettazione e esecuzione degli interventi sulle opere idrauliche dell’intero bacino del Po, compresi i suoi affluenti. Nel corso del 2012 Aipo ha speso circa 1 milione e 347 mila euro (dato aggiornato a settembre 2013) per il compenso di 12 dirigenti che gestiscono l’agenzia interregionale per il fiume Po. Tra questi spicca il compenso dell’ Ingegner Luigi Fortunato, direttore di Aipo, che si porta a casa 219 mila euro all’anno (29 mila euro in meno del Presidente della Repubblica, per intenderci). Una bella cifra se si tiene conto che le spese totali per il personale ammontano a 13 milioni 240 mila euro: a conti fatti circa un tredicesimo della spese è corrisposto da Aipo a soli 12 dirigenti a fronte dei suoi 300 dipendenti totali.

Ma c’è di più: per l’esercizio 2013 l’agenzia dichiara di aver speso 1.402.000 euro per gli interventi di manutenzione del fiume Secchia. Va precisato che gli interventi finanziati riguardano solamente il tratto di fiume che attraversa il modenese: il tratto montano infatti è di competenza della Regione Emilia – Romagna. Ed è proprio in quel tratto che domenica 19 gennaio si è verificata la rottura dell’argine del fiume che ha provocato l’allagamento di 60 km quadrati di territorio della bassa modenese. La differenza tra i soldi spesi per la manutenzione del fiume e i compensi dei “magnifici 12” è di qualche migliaia di euro, circa 54mila arrotondati per difetto, naturalmente.

In attesa di capire se le responsabilità per l’alluvione che ha colpito un territorio già teatro degli eventi sismici del maggio 2012 sia da imputare alla negligenza dell’uomo o all’instancabile lavoro di nutrie, volpi e affini, si cerca ancora Giuseppe Salvioli, 43 anni, scomparso domenica 19 travolto da un’onda mentre aiutava alcuni vicini di casa a bordo di un canotto.

More from pierpaolo salino

Da Arceto 1400 euro per la raccolta fondi di Mumble:

Quando Riccardo Bregoli, aka A Silent Place, mi chiamò più di due...
Read More