Quando il teatro incontra l’antimafia

di Massimo Manzoli – GDZ Ravenna

“Il teatro non è indispensabile. Serve ad attraversare le frontiere fra te e me.” Questo amava ripetere Jerzy Grotowski, grande regista teatrale polacco. Ed proprio questo spirito, questa voglia di superare le barriere che ha portato alla nascita di Le nuove resistenze, un progetto di formazione, didattica e teatro civile contro le mafie per una cultura della legalità.

Lo scopo del progetto nato da Caracò Editore in collaborazione con Oltregomorra, Decimo Pianeta, Gruppo Dello Zuccherificio, è quello di far incontrare diversi studenti del territorio emiliano-romagnolo, in particolare gli alunni dell’ITCS Gaetano Salvemini, (Casalecchio di Reno, Bologna) e gli alunni del Liceo Classico Dante Alighieri (Ravenna) con i ragazzi del quartiere Sanità di Napoli che seguono le attività del Nuovo Teatro Sanità.

Il teatro diviene un luogo dove confrontarsi e condividere un percorso di conoscenza e approfondimento attraverso laboratori, incontri, dibattiti con esperti e associazioni del territorio.

In una prima fase i ragazzi di Napoli raggiungeranno Ravenna e Bologna e al festival diretto da Carlo Lucarelli Politicamente Scorretto presenteranno il loro spettacolo “La giusta parte – Testimoni e storie dell’antimafia”.

In un secondo momento, gli studenti di Ravenna e di Casalecchio di Reno raggiungeranno Napoli dove incontreranno la cittadinanza, i ragazzi del quartiere e altri studenti delle scuole campane per presentare i loro spettacoli nati da due diversi laboratori di teatro e giornalismo di inchiesta che si sono svolti lo scorso anno scolastico.

In un forte momento di crisi economica, politica, sociale, un gruppo di associazioni squattrinate hanno deciso di puntare sul teatro per creare una rete di conoscenza dei fenomeni mafiosi partendo proprio dall’educazione dei più giovani.

Perché ““Il teatro non è indispensabile. Serve ad attraversare le frontiere fra te e me.” avrebbe detto Jerzy Grotowski.

More from pepito sbarzeguti

Ucraina – Guerra fredda 2.0

di Matteo Dargenio Venticinque anni fa ci avevano raccontato che con la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *