Il ritorno dei NOSEX

Ci sono voluti quattordici anni, ma alla fine i NoSex torneranno di nuovo sul palco assieme. A Finale Emilia, sabato 31 maggio è “Reunion NoSex 1994 – 2014: Data Zero”.

Facciamo un salto di vent’anni. E’ il 1994, grunge e crossover si contendono la scena del rock internazionale. Quattro ragazzi tutti sui vent’anni si trovano in una sala prove, come fanno molti in quegli anni ’90 in cui sullo walkman girava “In Utero” e in tasca si portavano i libri di Enrico Brizzi. E da quella sala prove esce un crossover sporco di hip hop e hardocore, attraversato dal suono inusuale della batteria elettronica e dalle tastiere. Da lì esce “Allarme Generale”, il cavallo di battaglia dei NoSex.

Incontro Yuri, batterista e cuore pulsante della band, al Bar Fly, a pochi metri dove il gruppo si tornerà ad esibire.

Allora è tutto vero: tornate.

Ci abbiamo messo un anno e mezzo per decidere. Un anno e mezzo di sala prove da quando siamo tornati assieme. Poi abbiamo deciso: si torna, Data Zero.

Spiegami un attimo: è il 2000, forse il momento migliore per voi. I NoSex hanno date non solo nella Bassa ma anche in tutta l’Emilia – Romagna, hanno alle spalle un disco e un Ep. Poi all’improvviso si sciolgono. Cosa succede?

Non ci eravamo stancati di fare musica. Né – come si potrebbe pensare – c’erano stati scazzi tra di noi. Semplicemente, a un certo punto abbiamo preso strade diverse.

Fino ad oggi. Cos’è cambiato, cos’è successo?

Un terremoto. In tutti i sensi. E’ maggio 2012: Elis “Janelis” Capone – ultimo dei sette chitarristi che la band ha avuto – torna nella Bassa a trovarci. E a cena ci chiediamo: perchè no?

E da quella sera tornate in sala prove. Come avete vissuto il terremoto?

Non mi far parlare del terremoto. Non mi va e non c’entra un cazzo con i NoSex e con quello che facciamo.

A posto. Quindi il 31 cosa farete?

Faremo un sacco di pezzi che sono entrati nel DNA dei NoSex. Superman, Caos, Nosex…

E Allarme Generale?

Anche quella, naturalmente.

Come sarà tornare sul palco dopo 14 anni?

A dire il vero un’altra uscita l’abbiamo già fatta qualche mese fa.

Nessuno però ne ha sentito parlare.

Noi li chiamiamo Ghost Live. E’ un concerto a invito, lo si sa qualche giorno prima: diamo data ora e luogo a chi ci contatta con sms o su facebook.

Diciamo che il warm up l’avete fatto. Ma tornare a suonare in pubblico è un’altra cosa. Insomma, la musica è cambiata, il panorama musicale pure.

Tieni conto che i NoSex sono stati sempre un po’ anomali. Fin dall’inizio il nostro era un crossover con un sacco di influenze. Avevamo una batteria elettronica e un computer per far musica. Non facciamo musica curandoci delle mode del momento.

E sabato cosa succederà in questa Data Zero?

Col cazzo che te lo dico. Però ti posso anticipare che ci saranno un sacco di special guest. Come Luca “il Pazzo” Melloni (voce lirica in “Allarme Generale”), Marco Goli alla batteria, “Neeco” Nicola Berselli al suono e “TeoDom” Vallini ai visual.

Avete chiesto un palco d’eccezione per tutti questi ospiti…

Non ne abbiamo bisogno. I NoSex sono fatti così: vogliono il contatto con la gente. Noi non suoniamo solo per un pubblico. Lo istighiamo. Siamo in mezzo a loro.

Quindi cosa ci dobbiamo aspettare sabato?

Un concerto in pieno stile NoSex. Tutti contro tutti.

More from pierpaolo salino

Il Partitone Acefalo

Le primarie del centrosinistra aperte dal palcoscenico di Bologna hanno fatto perdere...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *